Natale 2019 in Piazza San Pietro

Piazza San Pietro https://www.turismoroma.it/it/luoghi/piazza-san-pietro

si prepara a festeggiare il Natale2019 con un nuovo presepe e un nuovo albero.

Dopo l’originale presepe dell’anno scorso fatto interamente di sabbia e donato da Jesolo in provincia di Venezia, quest’anno il presepe arriva da un comune della Valsugana in provincia di Trento.

E loro di presepi se ne intendono!

E’ stato realizzato con il legno recuperato nei boschi devastati dalla tempesta dell’ottobre/novembre 2018 che devastò molte montagne del Triveneto. Il presepe, come sempre, verrà allestito al centro della piazza e al suo fianco verrà issato l’albero di Natale.

L’albero quest’anno viene dall’altopiano di Asiago ed è un abete rosso alto circa 26 metri. E ’stato donato, insieme a una ventina di alberi più piccoli, dal Consorzio di usi civici di Rotzo-Pedescala e San Pietro provincia di Vicenza.

Albero e presepe sono legati dal comune ricordo di quell’ondata di maltempo eccezionale dello scorso anno nel Triveneto. Sono stati inaugurati entrambi il 5 dicembre con una cerimonia arricchita di canti natalizi e danze popolari del Trentino e del Veneto.

E con questa inaugurazione si può dire che siamo entrati in piena aria natalizia!

I turisti si ritraggono davanti al bellissimo presepe per tornare a casa con un ricordo unico di San Pietro, coppie di genitori illustrano il presepe ai più piccoli e loro spalancano la bocca dalla meraviglia quando si trovano sotto l’imponente albero di Natale.

Gli innamorati si baciano sullo sfondo della Basilica con l’albero e il presepe.

Turisti stranieri si ritraggono in una foto di gruppo e immortalano questo suggestivo scenario.

Se ci vai all’imbrunire l’atmosfera sarà ancora più incantevole!

Il sole tramonta, scendono le tenebre, le luci si accendono e ti ritrovi in un’atmosfera davvero natalizia!!!

 

Se il tuo desiderio è partecipare alla Messa di mezzanotte celebrata da Papa Francesco nella Basilica di San Pietro il 24 dicembre, sei nel posto giusto.

La Messa di Natale in Vaticano è aperta a tutti, ricorda che per partecipare devi avere degli specifici biglietti da accesso che sono totalmente gratuiti.

 

http://www.vatican.va/various/prefettura/it/udienze_it.html

 

Se vuoi venire a Roma in questo periodo e ancora non hai prenotato l’alloggio puoi farlo qui:  www.bbromasaporedicasa.com

 

Buon Natale!!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Musei Vaticani e Cappella Sistina

Nel periodo estivo del 2016 la media giornaliera era di 27.000 visitatori giornalieri per un totale di circa 6.000.000 milioni di ingressi nell’arco dell’anno. E la media continua ad aumentare.

Fuori dall’ingresso, mettiti l’anima in pace, la coda di turisti che aspetta di entrare è sempre molto lunga. Pensa che nei periodi di maggiore affluenza scorre lungo le mura e a volte arriva fino a Piazza San Pietro.

C’è naturalmente la possibilità di acquistare il biglietto salta coda sia online (meglio sul sito ufficiale Musei Vaticani) sia sul posto. Ma cosa c’è di tanto bello dentro questi musei? Cosa si aspetta di vedere il turista che arriva dall’altra parte del mondo?

Quando si parla di Musei Vaticani, dunque, non si deve pensare al classico museo, sede di opere d’arte di vario genere, è troppo riduttivo e non fa giustizia nè alla strabiliante varietà di opere d’ogni genere conservate nei suoi molteplici ambienti, né ai cinque secoli di storia moderna e storia dell’arte che l’hanno ampliata, trasformata, rielaborata e rinnovata fino ai giorni nostri, rendendola il faro di cultura e l’esperienza unica che l’intero mondo ci invidia.

Elencare tutti i tesori raccolti dai papi nel corso dei secoli è quasi impossibile e comunque non è possibile farlo in poche righe. Ma basta nominare la Cappella Sistina e possiamo immaginare cosa ci aspetta.

Ci vorrebbe un libro per elencare tutto quello che c’è in questi musei ma vedere le cose più importanti ti dà un’idea del tesoro custodito fra queste mura. Il percorso è guidato e passi attraverso le diverse stanze e corridoi. La Pinacoteca, la Loggia di Raffaello, le Stanze di Raffaello, la Scala del Bramante (si può entrare qui solo con visite guidate), la Galleria delle Carte Geografiche, il Cortile Ottagono e il Laocoonte. E poi arrivi nella Cappella Sistina di Michelangelo… puoi averla vista mille volte sui libri, in qualche documentario in televisione, in qualche video su YouTube ma quando sei qui l’emozione di trovarti davanti a tanta bellezza non si può raccontare…stare con il naso all’insù per guardare i dettagli del Giudizio Universale, gli affreschi sulle pareti laterali realizzati da grandi maestri come Ghirlandaio, Perugino e Botticelli. Peccato che non sia possibile starci a lungo perché la Cappella Sistina va condivisa con centinaia di altre persone, allo stesso momento e quasi tutte di fretta. Ah, una volta usciti dalla Cappella Sistina non si può più tornare indietro e niente foto!  Si ammira una volta sola e basta.

L’uscita dei Musei Vaticani, come anche l’entrata, si trova su Viale Vaticano.

L’uscita è un grandioso portale del 1932 con lo stemma di Papa Pio XI fiancheggiato dalle statue di Raffaello e Michelangelo. Era questa la vecchia entrata, si arrivava al vecchio scalone elicoidale dal quale iniziava la visita ai musei. Oggi si entra da un altro portone e si sale per una nuova scala elicoidale.

Sono sicura che questi musei ti lasceranno a bocca aperta…li hai mai visitati? Non ti rimane che organizzare il tuo viaggio a Roma! Puoi prenotare qui il tuo alloggio nella Città Eterna:

https://www.bbromasaporedicasa.com

 

La Cupola di San Pietro

 

Il Cupolone, per i romani, Er Cuppolone…

Inscindibile dalla sottostante Basilica di San Pietro è, insieme al Colosseo, il simbolo della Città Eterna, conosciuto in tutto il mondo e visitata da circa 6.000.000 di turisti ogni anno.

Tra le più grandi coperture in muratura mai erette e, aggiunta alla basilica stessa, porta l’altezza complessiva fin oltre i 130 metri di altezza e una larghezza interna di ben 42 metri.

Si erge esattamente al di sopra del transetto della Basilica dove si trova l’altare maggiore e il baldacchino in bronzo del Bernini e, pur essendo frutto di progetti di vari architetti, la sua struttura venne modificata solo parzialmente nel tempo, sia per motivi tecnici legati al peso e alla staticità, sia per motivi estetici.

Il progetto iniziale del Bramante fu seguito fino alla costruzione del tamburo cinto da una serie di colonne gemelle e successivamente rinforzato con un sistema di catene. Costruito col travertino delle cave di Fiano Romano, su di esso poggia la cupola vera e propria.

E’ a questo punto che subentrò Michelangelo, a seguito della morte del Bramante, e delineò la cupola secondo la curvatura di un arco a tutto sesto. Questa appariva in tal modo troppo panciuta ed è grazie a Giacomo Della Porta, succeduto nella direzione dei lavori a Michelangelo, che la curvatura venne allungata, donando grazia maggiore alla vista finale, così come la vediamo oggi.

La cupola ha una struttura a doppia calotta, praticamente 2 cupole una dentro l’altra, quella interna ha uno spessore di 2 metri, quella esterna, rivestita in piombo, spessa circa 1 metro. Tra le due, si snoda una ripida scala che consente la salita fino alla sommità. Salire a piedi questa scaletta che si inclina seguendo la curvatura della cupola, sarà certo un po’ faticoso, ma la vista che si gode dal terrazzo che circonda la lanterna, ricompenserà i visitatori con una vista mozzafiato sull’intera Città del Vaticano da un lato e su Roma dall’altro. Si arriva in cima salendo 536 scalini (biglietto 8€). Se pensi di non farcela puoi fare i primi 200 con l’ascensore (biglietto 10€).

Un’ultima chicca consiste nell’entrare all’interno della cupola attraverso una porticina posta sulla terrazza del loggiato, dove arriva l’ascensore. Qui un ballatoio largo solo 1 metro, corre tutt’attorno alla base della cupola stessa, permettendo la vista dell’interno della basilica da un’altezza di quasi 40 metri: sotto di voi il baldacchino del Bernini, i marmi dei pavimenti e il transetto: indimenticabili!

La Cupola di San Pietro è solo una delle tante meraviglie che puoi visitare a Città del Vaticano. Senza contare i monumenti, palazzi, fontane, strade, piazze, parchi che ci sono a Roma…..

Ti è venuta un pò di voglia di visitare questa città? Non ti rimane che decidere quando, per quanto riguarda l’alloggio puoi prenotarlo qui:

https://www.bbromasaporedicasa.com

 

 

La Basilica di San Pietro

220 x 105 metri, superficie totale 23.000mq, circa 3 volte la grandezza di un campo da calcio, queste le dimensioni della chiesa più grande al mondo, simbolo, insieme al Colosseo, della Città Eterna.

La basilica di San Pietro rappresenta il centro della cristianità ed è richiamo costante di migliaia di visitatori da ogni parte del mondo, cattolici e non.

Descriverla in ogni sua parte richiede molto di più delle nostre poche parole: si tratta di un monumento ineguagliabile all’esterno per la sua magistrale architettura e, all’interno, per i tesori d’arte che la adornano.

La sua costruzione richiese quasi 2 secoli, essendo iniziata all’inizio del 1500 e terminata verso la fine del 1600, in pieno periodo Barocco.

Tanti furono i progetti che si susseguirono ad opera di grandissimi architetti come Bramante, San Gallo il Giovane, Michelangelo stesso, per la cupola, e, infine, gli esecutori finali, Carlo Maderno per la facciata e Gian Lorenzo Bernini per il colonnato e la piazza antistante.

In realtà la Basilica come noi la vediamo oggi, fu edificata sulla  preesistente basilica Costantiniana eretta dall’imperatore Costantino nel 300 d.c., a sua volta costruita sulle fondamenta del circo di Nerone e del cimitero attiguo in cui, si crede, fu sepolto San Pietro.

Pur grandissima e imponente, la facciata non appare troppo pesante e severa grazie alle colonne che ne spezzano le linee e danno slancio verso l’alto, guidando lo sguardo fino alla cupola michelangiolesca sù sù fino al terrazz0 panoramico circolare. Si arriva in cima salendo  537 scalini. Se pensi di non farcela puoi fare i primi 200 con l’ascensore. Una volta in cima il panorama a 360 gradi ti lascerà senza fiato e ti ripagherà della fatica.

E l’interno? Tale è la ricchezza delle opere d’arte che contiene che ci vorrebbe molto tempo a descriverle tutte.

Basti pensare alla Pietà di Michelangelo, al Baldacchino in bronzo che copre l’Altare Maggiore, le statue equestri del portico, le 5 grandi porte in bronzo che danno accesso alla basilica, i pavimenti in marmo, la porta santa e tanto altro ancora. Nel piano sottostante le Sacre Grotte Vaticane con le tombe dei papi e la tomba di San Pietro.

Ricordati che se vuoi entrare in Basilica è necessario indossare abiti adeguati: niente minigonne, abiti scollati canottiere o pantaloni corti. Le solerti Guardie Svizzere – l’esercito del Papa –  non ti permetteranno di entrare se non con abiti appropriati ricordandoti che stai entrando, prima di tutto, in un luogo di culto. L’ingresso è gratuito, ma per ragioni di sicurezza, dovrai ugualmente fare la fila per passare attraverso i metal detector. Gratuita è anche l’Udienza Papale che si tiene in Piazza San Pietro tutti i mercoledì mattina, ma  dovrai comunque munirti di un biglietto d’ingresso sempre per questioni di sicurezza e di organizzazione.

E allora cosa aspetti a organizzare il tuo viaggio a Roma? Prenota qui il tuo alloggio nella Città Eterna:

https://wwwbbromasaporedicasa.com

 

La Città del Vaticano

La Città del Vaticano, una città-stato al centro di Roma, è il cuore della Chiesa cattolica romana.

Nel 1982 è stato dichiarato Patrimonio dell’ Umanità dall’UNESCO.

E’ il più piccolo stato del mondo e il centro del Cristianesimo. Visitato ogni anno da milioni di pellegrini provenienti dalle più svariate zone del mondo che qui si riuniscono in preghiera e aspettano la benedizione del Papa.

Oltre a essere la sede del Pontefice, ospita una collezione di straordinarie opere d’arte e architettoniche. Ai Musei Vaticani (Biglietto d’ingresso intero 17 euro) si possono ammirare  gli affreschi rinascimentali delle Stanze di Raffaello. Il fulcro di questi musei è senza dubbio la Cappella Sistina, famosa per gli affreschi di Michelangelo. E poi l’appartamento dei Borgia, la cappella del Beato Angelico e la Pinacoteca.

I Musei sono aperti dal lunedì al sabato dalle ore 9:00 alle ore 18:00 (ultimo ingresso alle ore 16:00). Giorno di chiusura la domenica, ad eccezione dell’ultima di ogni mese con ingresso gratuito dalle ore 9:00 alle ore 14:00 (ultimo ingresso alle ore 12:30).
Ingresso gratuito anche in occasione della Giornata del Turismo.

Per informazioni più dettagliate consultare il sito www.vatican.va

L’entrata è su Viale Vaticano, nei pressi di Piazza Risorgimento e vicino alla fermata della metropolitana A Stazione Ottaviano/Musei Vaticani.

Ai Musei sono annessi vari laboratori di restauro di pitture, bronzi, marmi, arazzi ed altri materiali custoditi nei Musei stessi, così come un laboratorio di diagnostica per la Conservazione e il Restauro.

Sull’enorme Piazza San Pietro c’è la splendida Basilica di San Pietro che  è la più grande chiesa del mondo, con l’imponente Cupola che svetta sopra i tetti della Città Eterna. E’ raggiungibile scalando i suoi 551 scalini. (Biglietto 8 euro) Se pensi di non farcela c’è un’ ascensore che ti porta fino alla base della Cupola, ma gli altri 320 devi farli obbligatoriamente a piedi (Biglietto 10 euro). Molto suggestivo l’ultimo tratto con una scala a chiocciola molto stretta e attorcigliata…

Il grande Colonnato di Gian Lorenzo Bernini circonda la piazza come se volesse abbracciare tutti i fedeli. 284 colonne e  88 pilastri  formano un portico di quattro file veramente impressionante. Nella parte alta delle colonne ci sono 140 statue di santi, realizzate nel 1670 dai discepoli di Bernini. Nel centro della piazza troviamo un obelisco e due fontane, una progettata da Bernini (1675) e l’altra ideata da Maderno (1614). L’obelisco, alto 25 metri, fu portato a Roma dall’Egitto nel 1586.

Infine i Giardini Vaticani, anch’essi visitabili, occupano più della metà dello Stato Vaticano e sono il luogo di relax dei pontefici dal 1279.

Di fronte a Piazza San Pietro inizia Viale della Conciliazione che ti porta fino a Castel Sant’Angelo.

E allora hai deciso quando fare la tua vacanza a Roma? Cosa aspetti? Prenota il tuo alloggio nella Città Eterna:

www.bbromasaporedicasa.com